Cava, i Cinque Stelle definiscono un mistero le vaccinazioni nella nostra città

0
199

“Si legge sui social di cittadini che lamentano di essersi recati presso il polo vaccinale il giorno e all’ora dell’appuntamento indicato dalla piattaforma regionale e di essere stati rimandati indietro perché, a dire del personale sanitario, “i vaccini risultano finiti””.

E’ quanto scrivono in un comunicato i Cinque Stelle metelliani.

“Nelle ultime ore, poi, incalzato dalle pressanti notizie che i comuni limitrofi stiano vaccinando celermente (a Pagani sono arrivati a vaccinare già gli over 60) offrendo di vaccinare anche i non residenti -scrivono ancora i pentastellati cavesi- il nostro Sindaco ha indetto per il 25 aprile la cosiddetta  giornata del vaccino… precisando, tuttavia, che detta giornata è esclusivamente dedicata ai cittadini cavesi e… dimenticandosi che Cava de’ Tirreni ancora non ha finito di vaccinare gli over 80 né le categorie fragili!!!”

“I vaccini cavesi restano ancora un mistero -denunciano i Cinque Stelle- ci sono, sono finiti, vacciniamo tutti quelli che si presentano…”

“A questo punto -prosegue il comunicato pentastellato- ci domandiamo e domandiamo a chi è preposto a gestire tale evento: se la Regione Campania attraverso la piattaforma invita i cittadini a recarsi in un determinato giorno a fare il vaccino, la Regione Campania sa che quel giorno, in quel luogo, è necessario un determinato numero di vaccini. Come può allora accadere che, dopo estenuanti ore di attesa, un anziano cittadino debba sentirsi dire di doversene tornare a casa perché “i vaccini sono finiti”?

“Ci domandiamo e domandiamo -incalzano ancora i pentastellati- a chi è preposto a gestire tale evento che cosa significa che i vaccini sono finiti? In che modo finiscono i vaccini inviati per quel determinato numero di persone prenotate per quella giornata?”

“Ma a rendere ancora più misterioso il mistero -affermano i Cinque Stelle- per cui non possiamo esimerci dall’avanzare la maliziosa domanda: se durante la settimana i vaccini finiscono per i cittadini prenotati regolarmente, come fanno ad essere poi disponibili vaccini per tutti quelli che si presentano il 25 aprile? E ancora, se il giorno della vaccinazione libera, non s presenteranno tanti cittadini quanti sono i vaccini, il residuo potrà essere disponibile per chi si presenterà (regolarmente prenotato) i giorni successivi?”

La questione vaccini a Cava de’ Tirreni resta ancora un mistero -concludono i Cinque Stelle- e, ahinoi, forse ne passerà del tempo prima di poter vedere la luce in fondo al tunnel!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.