Cava de’ Tirreni, ora sposarsi civilmente e seppellire il caro estinto costerà di più

0
1887

I debiti del Comune si riflettono anche sui matrimoni con rito civile: avranno un costo più salato… così come morire

L’Amministrazione comunale ha deciso di aumentare le tariffe per quanti intendono contrarre matrimonio nelle sedi deputate al rito civile, come si legge nella delibera di Giunta ratificata lo scorso 2 settembre, avente come oggetto: modifica tariffe celebrazioni matrimoni civili.

Stessa decisione anche per quanti si avvarranno dei servizi cimiteriali per porgere l’estremo saluto al caro estinto. La delibera di Giunta approvata nella stessa giornata ha disposto l’aumento del 10% delle tariffe.

Ma, andando in ordine, sposarsi presso l’Ufficio di Stato Civile costerà per i residenti 50 euro nei giorni feriali e 200 euro nei prefestivi e festivi, mentre per i non residenti 200 euro nei giorni feriali e 300 nei prefestivi e festivi; per chi intende celebrare le nozze nel Salone di Rappresentanza del Palazzo di città, questo è il tariffario: 200 euro nei feriali e 300 nei prefestivi e festivi per i residenti, 300 euro nei feriali e 400 euro nei prefestivi e festivi per i non residenti. Infine, per quanti convoleranno a nozze in strutture private autorizzate ci saranno le seguenti tariffe: 350 euro per i residenti nei feriali e 450 nei prefestivi e festivi, per i non residenti 500 euro nei giorni feriali e 600 euro nei prefestivi e festivi.

Dunque adesso si dovrà dire sì con le tasche un po’ più leggere clicca qui per leggere tariffe matrimoni civili.

Ma anche morire, se già costa caro, adesso costerà di più. Per citare soltanto qualche voce: diritto amministrativo attività istruttoria per trasporti intercomunali e extracomunali da 173,80 euro a 199,30 euro; cassettino di zinco per resti ossei da 32,70 euro e 37,50 euro; inumazione cappelle, tombe e sepolcri sociali da 55,50 euro a 63,70 euro; esumazione ordinaria cappelle tombe e sepolcri sociali con deposizione del cassettino nello stesso sepolcro da 100,30 euro a 115 euro. E ancora sono tante le prestazioni che sono lievitate clicca qui per leggere servizi cimiteriali.

Anche questa è una conseguenza dei debiti dell’Ente che si ripercuotono sui cittadini che dovranno assumersi l’onere di sottostare a una serie di aumenti delle imposte comunali.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.