Agropoli, il Miracolo dei pesci di San Francesco d’Assisi

0
149
Foto tratta dal profilo Facebook di Il Miracolo dei Pesci di San Francesco d'Assisi ad Agropoli - Sa

Nulla è più affascinante delle leggende, frutto di una cultura popolare nel senso di patrimonio di un’intera comunità, dove quotidiano e colto, alto e basso si fondevano in un tutto unico.

A poca distanza dalla spettacolare Baia di Trentova ad Agropoli vi è lo scoglio di San Francesco che ricorda il passaggio del santo poverello per questi luoghi del Cilento nel 1222 durante i suoi pellegrinaggi per divulgare il suo nuovo messaggio di pace e di fratellanza. Era la Settimana Santa, per la precisione il 3 aprile, quando Francesco sbarcò ad Agropoli e cominciò le sue predicazioni alla popolazione, ma gli abitanti del luogo, un popolo incredulo e ostile di pescatori imbarbarito da secoli di dominazione saracena, non accolse la sua parola umile e prese a dileggiarlo.

E qui la storia si unisce con la leggenda. Si narra, infatti, che di fronte alle ostilità della gente Francesco si ritirò a pregare su uno scoglio, dando vita al Miracolo dei pesci.

Pesci di tutte le taglie, triglie e merluzzi, calamai e seppie, sauri, cefali, tonni, palombi e cernie salirono a galla con la bocca aperta, con gli occhietti vivi, con le pinne rialzate quasi volavano verso il Santo, l’attorniavano con amore e Lui s’affannava a predicare a loro l’amore e la magnificenza di Dio. Che smacco per la gente di Agropoli senza fede! E San Francesco allora disse che il pulpito suo, lo scoglio, non dovevano passarlo mai le acque. E quando infuria e fa tempesta, e i cavalloni minacciano fino alla rupe di Agropoli, anche in occasione delle mareggiate più impetuose, l’acqua non supera mai lo scoglio! E gli antichi ci misero sopra, come segno del miracolo, una croce accanto alla quale, oggi, è stata eretta una lapide che recita: “Da questo scoglio, sacro pulpito di fortuna, alla presenza di un popolo incredulo, nella primavera del 1222, San Francesco d’Assisi parlò ai pesaci”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.