Terremoto giudiziario a Palazzo Santa Lucia per corruzione di un magistrato. Indagato anche il governatore De Luca

0
147

La notizia è a dir poco clamorosa. Corruzione e concorso in rivelazione di atti coperti dal segreto. E’ questa l’accusa che fa tremare Palazzo Santa Lucia, sede del governo regionale della Campania guidato da Vincenzo De Luca.

E’ infatti indagato uno dei giudici del Tribunale civile di Napoli che, confermando una precedente decisione del giudice monocratico, accolse il ricorso del Presidente della Campania Vincenzo De Luca, contro la sospensione da Governatore, è indagato dalla Procura di Roma per  corruzione in atti giudiziari. In altre parole, l’accusa proietta un’ombra sinistra sulla decisione del Tribunale napolentano di sospendere gli effetti della Severino sul mandato del  governatore De Luca.

Ad ogni modo, il giudice indagato è Anna Scognamiglio. L’inchiesta riguarda Nello Mastursi, indagato dalla Procura di Roma per il reato di corruzione, ed ex capo della segreteria del governatore della Campania che lunedì si è dimesso motivando la decisione per non riuscire più a gestire il carico di lavoro.

In totale, sarebbero sette gli indagati e tra questi dovrebbe esserci anche lo stesso presidente della Giunta regionale campana, Vincenzo De Luca, e il marito della giudice Scognamiglio.

Nel frattempo, il governatore De Luca si è dichiarato completamente estraneo alla vicenda e ha chiesto di essere immediatamente ascoltato dagli investigatori.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.