Cava de’ Tirreni, che sofferenza, ma che vittoria! La Cavese vince 2-1 contro il Casarano, decide la doppietta di Foggia

0
274

Bisognava dare continuità alla vittoria di Francavilla e così è stato: in un Lamberti diverso, a causa dello spostamento della curva sud clicca qui nel settore dei distinti, ma forse per questo ancor più infuocato, la Cavese non sbaglia e batte  2-1 il Casarano.

Serviva una prestazione maiuscolosa, decisa, per battere i pugliesi, vista la loro ottimale posizione in classifica, ma anche nervi saldi: la partita è stata, infatti, nervosa, maschia e con episodi decisamente discutibili.

I primi minuti di gioco vanno via con le squadre che si studiano, combattono senza esclusione di colpi: le uniche emozioni sono scaturite da un tiro a lato di Aliperta (CA) al 20’, e da Strambelli (CS) che manda di poco a lato.

Al 28’ il Casarano tenta il colpo grosso: sforbiciata in area di Saraniti, gesto atletico di indiscutibile bellezza, che avrebbe meritato però (fortunatamente per noi) un esito migliore: palo pieno e Colombo che si ritrova la sfera tra le mani. La Cavese capisce che è il momento di premere sull’acceleratore e al 32’ ecco le sliding doors del match: contatto in area e calcio di rigore per i padroni di casa. Sul dischetto si presenta l’airone Foggia, che dagli 11 metri non sbaglia. 1-0 per la Cavese e match finalmente in discesa.

Negli ultimi minuti del primo tempo a farla da padrone è, però, il nervosismo: dopo diversi falli, svariati cartellini gialli, arriva il cartellino rosso per un membro dello staff del Casarano: dopo aver aggredito verbalmente l’arbitro, questi tiene lo stesso atteggiamento verso il guardalinee uscendo dal campo, tra le vibranti proteste del Lamberti.

Nella ripresa il copione del match non cambia, anzi: al 47’ arriva addirittura il raddoppio metelliano con Foggia che salta il portiere e insacca, dopo aver raccolto un ottimo filtrante di Bezzon. L’airone tocca quota 7 gol in campionato, bottino di tutto rispetto per la categoria.

Ancora Foggia, al 50’, sfiora la tripletta con un tiro al volo che finisce alto sopra la traversa, seguito dalla conclusione di Rossi, sempre poco precisa, pochi minuti dopo. Il Casarano prova a pungere ma risulta poco concreto dalle parti di Colombo, lasciando intanto il fianco scoperto alla Cavese, che gioca di ripartenza.

Dopo una relativa fase di tranquillità, il Casarano aumenta i giri del motore, alla ricerca del gol per tentare il pareggio: Barbetta chiama al super intervento Colombo, con una conclusione di testa che il portiere cavese manda in calcio d’angolo (83’). Il gol per gli ospiti arriva fortunosamente però, con Marsili che inganna con un tiro cross il portiere blufoncè. 2-1 e Cavese decisamente sotto pressione.

Il Casarano addirittura trova la rete del pareggio, annullata però per fuorigioco, al minuto 85, con tanto di brividi sulla schiena per tutto il Lamberti, che capisce il momento di difficoltà della squadra, incitando a suon di decibel la Cavese. la sofferenza negli ultimi minuti è palpabile, il Casarano gioca il tutto per tutto, sfiorando più volte il pareggio.

Dopo 5, infiniti minuti di recupero, arriva finalmente il triplice fischio dell’arbitro: la Cavese batte 2-1 il Casarano e consolida il primato in classifica. La prossima giornata vedrà i metelliani impegnati sul campo del Martina Franca, in quel che sarà la quindicesima giornata del campionato di Serie D, girone H.

Il treno per la C non accenna a fermarsi, corre veloce sui binari di un sogno…

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.