Salerno, l’idroambulanza dell’Humanitas ferma al porto: manca l’ok della Regione

1
506

Per la mancanza di una firma l’idroambulanza dell’Humanitas di Salerno, il primo e unico gommone in Italia allestito con una terapia intensiva, non può ancora essere operativa ed effettuare gli interventi di primo soccorso in Costiera Amalfitana e nella Costa del Cilento, ovvero non può ottemperare alla mission per la quale ha visto la luce.

E’ la solita, surreale, storia della burocrazia italiana che stritola e paralizza qualsiasi attività. In questo caso, però, a essere in gioco sono vite umane.

“Siamo in attesa dell’autorizzazione del direttore generale per la Salute e la Tutela e il Coordinamento del Servizio sanitario regionale, Antonio Postiglione – ha spiegato il presidente Roberto Schiavone di Favignana poichè il servizio che abbiamo messo in campo non dipende direttamente dall’ASL Salerno”.

Insomma, una preziosa opportunità per gli abitanti di un territorio tortuoso e con caratteristiche morfologiche che lo rendono difficile da raggiungere in tempi brevi in situazioni di emergenza, al momento è ferma al palo, anzi, al molo della Lega Navale di Salerno, in attesa dell’autorizzazione da parte della Regione Campania.

“Abbiamo presentato tutta la documentazione da tempo, abbiamo fatto numerosi solleciti agli uffici preposti, al manager Postiglione e agli altri dirigenti. Al momento, però, non sappiamo ancora nulla. Eppure questo servizio è molto importante, soprattutto d’estate: abbiamo fatto alcune prove – ha aggiunto Schiavone – che ci consentono in pochi minuti di raggiungere la Costiera Amalfitana, bypassando il traffico in cui incorrono le ambulanze e anche l’intervento dell’elisoccorso che spesso è difficoltoso”.

A due mesi dal varo, il battesimo del mare sembra ancora lontano. Con buona pace dei potenziali pazienti che, soprattutto d’estate con l’afflusso turistico, potrebbero usufruire di questo essenziale servizio. I soccorsi in mare durante il periodo estivo sono tantissimi e il tempo diventa una variabile essenziale nel prestare il primo soccorso. L’apporto che potrà dare in tal senso l’idroambulanza dell’Humanitas sarà fondamentale.

 

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.