Salerno, da McDonald’s di via Roma la cultura è servita

0
76

Nasce “Salerno Vittoria Spazio Cultura” presso Palazzo Natella.

Paolo Apolito, Nicola Oddati, Paola Torrente e Yari Gugliucci i primi protagonisti della rassegna “Divagazioni”.

L’antropologo Paolo Apolito, lo storico e presidente del Museo dello Sbarco Nicola Oddati, la vice Miss Italia 2016 Paola Torrente e l’attore scrittore Yari Gugliucci saranno i protagonisti del ciclo di incontri “Divagazioni” promosso da “Salerno Vittoria Spazio Cultura”. Un cartellone articolato, che si snoderà dal 17 ottobre al 5 dicembre a Salerno, ospitato negli spazi di Palazzo Natella, in via Roma, da alcuni mesi sede del ritornante McDonald’s.

Un percorso originale ed inedito, una sperimentazione di linguaggi in un incrocio tra cultura e aggregazione sociale, tra saperi e sapori, accolti nella dimora storica che rivive attraverso il McDonald’s.

 “SVSC – Salerno Vittoria Spazio Cultura” è una nuova realtà che si apre alla città di Salerno e alla Campania, in seguito alle tante sollecitazioni ricevute dalla stampa e dalle istituzioni. La finalità è recuperare il ruolo centrale che Palazzo Natella ha avuto nel dibattito artistico culturale e musicale a Sud, nella formazione dell’opinione pubblica e nella promozione dell’arte, luogo simbolo del passato storico dell’urbs salernitana, in particolare nella fase di Salerno Capitale.

Da Salerno allo scenario nazionale: quattro incontri per recuperare il piacere dello stare insieme, a partire da giovedì 17 ottobre, dalle ore 17.30 alle 19, con le conversazioni sulla “festa” insieme al professore Paolo Apolito, docente dell’Università Roma Tre, in dialogo con Gabriele Bojano. A seguire il 7 novembre Nicola Oddati, il 21 novembre Paola Torrente e il 5 dicembre Yari Gugliucci.

“La stampa ci ha lanciato una sfida e noi subito abbiamo aderito – sottolinea Luigi Snichelotto, partner McDonald’s per le province di Salerno e Potenza – Palazzo Natella è uno dei più prestigiosi edifici storici di Salerno, che esprime diverse sensibilità: ricordi personali di gioventù di ciascuno di noi, ma anche spazio della memoria storica collettiva della città, fondato alla fine degli anni ’20, teatro di attività molteplici, dal cinema, alla ristorazione, all’ospitalità, agli spettacoli di rivista. Quando abbiamo presentato l’apertura del ristorante di Via Roma, la scorsa estate, Gabriele Bojano e i colleghi giornalisti hanno sollecitato la riflessione sul recupero del valore originario della struttura. Così si è costituito un comitato, con membri eccellenti. Io non ne faccio parte, sono semplicemente l’ospitante. Devo ringraziare McDonald’s per la sensibilità mostrata: mi sono confrontato con i detentori del marchio che hanno accolto di buon grado l’inizio di percorso”.

E aggiunge: “Abbiamo definito le prime 4 date della rassegna per un primo contatto con l’audience salernitana. Vorremmo in futuro, in base alla capienza e alle diverse necessità, poter identificare un percorso per ambiti di attività, con incontri tematici su sport, pittura, poesia, musica, arte. Il tentativo è lanciare un segnale. Dobbiamo tendere ad un pensiero critico e, se necessario, divergente, perché oggi si vive solo di luoghi comuni: stereotipi da abbattere, perché siamo esseri pensanti”.

A comporre il comitato organizzatore un gruppo di intellettuali, giornalisti ed esperti del mondo dell’impresa: Gabriele Bojano, Laura Patrizia Cagnazzo, Francesco Saverio Coppola, Fiorentino De Luca, Stefano Giuliano, Agostino Ingenito, Barbara Landi, Maria Rosaria Zinno.

“Vogliamo recuperare il piacere dell’aggregazione, in un tempo in cui si sta perdendo il contatto con l’altro. Salerno Cultura Spazio Vittoria vuole aprirsi alla città e ai suoi talenti inespressi – sottolinea Gabriele Bojano, giornalista ed esponente del comitato – Siamo soliti demonizzare Facebook e i social, ma stavolta sono serviti a qualcosa, perchè stavolta hanno funzionato. Si parla spesso di contaminazioni e SVSC ne è un chiaro esempio. Cosa unisce il luogo che oggi ospita McDonald’s ai nostri incontri? Il piacere di riscoprire la città, le nostre tradizioni, le nostre culture, il nostro passato, attraverso i quattro protagonisti”.

Presenti in conferenza stampa anche il presidente dell’Associazione Giornalisti Salernitani, Enzo Todaro, il professore Nicola Oddati e i rappresentanti delle istituzioni salernitane, che hanno accolto con favore l’iniziativa.

Per esigenze organizzative e logistiche, per iscriversi agli eventi della rassegna divagazioni è possibile prenotarsi alla mail operations@cclsrl.it, oppure registrarsi richiedendo i moduli disponibili presso tutti i ristoranti McDonald’s di Salerno.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.