Cava, il sindaco Servalli si difende dagli attacchi dell’opposizione sulla modifica del Regolamento

0
372
foto di Aldo Fiorillo

“L’Amministrazione comunale di Cava de’ Tirreni, con la delibera di Giunta n° 178 dell’11 novembre 2020, ha inteso assumere un ulteriore provvedimento, di carattere provvisorio ma, al tempo stesso, estremamente funzionale alla riorganizzazione dell’apparato amministrativo dell’Ente, nel duplice intento di assicurare, in primo luogo, la continuità dell’azione amministrativa e il migliore efficientamento dei settori e dei servizi, per meglio rispondere alle esigenze dei cittadini e, in secondo luogo, per perseguire la realizzazione del programma elettorale”.

Cosi principia il comunicato diffuso poco fa dall’Ufficio Stampa del Comune metelliano in risposta agli attacchi dell’opposizione e di alcuni post sui social.

“Sono, pertanto, fuorvianti e non rispondono alla realtà dei fatti -si legge ancora nella nota- le ricostruzioni giornalistiche e le interpretazioni fantasiose operate da forze di opposizione che hanno il solo scopo di strumentalizzare le vicende che vedono coinvolto un dirigente del Comune, verso il quale è stato avviato, peraltro, un procedimento disciplinare ai sensi dell’art. 55 del dlgs.n 165 del 2001, e che nulla hanno a che vedere con la riorganizzazione dell’Ente”.

“L’avvio del processo di riorganizzazione dell’apparato amministrativo -prosegue il comunicato- è riscontrabile nella Delibera G.C. n. 156 del 20.10.2020 – recante Classificazione della sede di Segreteria Generale in base al previgente ordinamento. Esercizio della facoltà di cui all’art. 11, comma 10, DPR 4 dicembre 1997, n. 465; nell’Atto n° prot. 70225 del 22.10.2020 – Avvio del procedimento per la nomina di un nuovo segretario generale; dalla Delibera G.C. n. 165 del 28.10.2020 – recante Proroga degli incarichi di posizione organizzativa in scadenza il 31 ottobre 2020 fino alla data del 31 dicembre 2020; nel Decreto sindacale prot. 71914 del 30.10.2020, con cui sono stati prorogati fino al 31 dicembre 2020 gli incarichi dirigenziali in scadenza al 31 ottobre 2020, e sono stati affidati nuovi incarichi al Dirigente Dr. Saverio Valio; nella Delibera G.C. n. 178 dell’11.11.2020 – recante Modifiche del Regolamento sull’Ordinamento dei Settori, dei Servizi e degli Uffici, approvato con delibera di Giunta Comunale n. 299 del 18.06.1998 e successive modifiche ed integrazioni, con la quale è stato operato un adeguamento normativo, mediante la eliminazione della figura del direttore generale, è stata, inoltre, soppressa una norma che si riferiva ad un assetto non più vigente (a 8 settori), è stato, infine, prolungato a 90 giorni il termine massimo durante il quale viene assicurata la continuità dell’azione amministrativa – in caso di assenza o impedimento del dirigente – mediante l’esercizio delle funzioni vicarie da parte dei responsabili di posizione organizzativa”.

“Una opposizione che si fa guidare dagli odiatori dei social – è senza futuro – dichiara in proposito il sindaco Servalli – Nei prossimi giorni continueremo nell’azione di riordino della macchina amministrativa”.

Questo è quanto, ma la difesa del sindaco Servalli sull’argomento appare debole e poco convincente non tanto sugli aspetti giuridici e della legalità, quanto sia sui contenuti che sui motivi di opportunità e sulla tempistica dei provvedimenti adottatati.

L’impressione è che questa vicenda non finisca qui, anzi, ora che l’opposizione sembra avere addentato l’Amministrazione Servalli al punto giusto, e questo comunicato comunale ne è la riprova, per forza di cose non mollerà la presa.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.