Cava, escalation di furti: petizione dei cittadini esasperati di San Pietro

0
722
foto Gabriele Durante

Sembra inarrestabile l’escalation di furti che sta interessando la città di Cava de’ Tirreni. Ultima in ordine di tempo ad essere colpita è la frazione di San Pietro che non sa più cosa fare contro i topi d’appartamento.

Il problema va avanti ormai da mesi, ma nel tempo è peggiorato, e i residenti hanno paura. Non si sentono più al sicuro nelle loro case e così hanno lanciato un appello al sindaco, Vincenzo Servalli, e hanno avviato una raccolta di firme per spronare l’Amministrazione a trovare stringenti ed efficaci soluzioni a  una situazione divenuta, ormai, insostenibile.

Nell’ultimo mese ogni sabato è stato sistematicamente messo a segno un furto in un appartamento, in due palazzi contigui. Le volanti della Polizia di Stato lo scorso weekend hanno pattugliato la zona fino all’alba ma, nonostante ciò, i ladri sono riusciti a scappare.

La frazione si è messa in moto per reagire a questi continui attacchi organizzando una serie di ronde. Poi è partita anche una raccolta firme per una petizione da inoltrare al Prefetto, al Questore oltre che al Sindaco metelliano nella quale si legge: “Noi abitanti della frazione San Pietro intendono portare alla loro attenzione l’enorme disagio che da oltre un mese stiamo vivendo a causa di ripetuti e sistematici furti presso le nostre abitazioni. Una banda di malviventi organizzati sta letteralmente assediando le nostre case con scassi e furti ripetuti più volte anche presso gli stessi appartamenti, incuranti della presenza o meno di persone in casa e/o di sistemi di allarme: vere e proprie incursioni organizzate e contemporanee in più zone della frazione, sfruttando, si presume, gli alvei naturali dei diversi valloni presenti in zona per battere in ritirata”.

“Quest’assurda situazione -continua la petizione- ha ormai minato alla radice ogni nostra certezza e ci costringe da mesi a vivere da reclusi nelle nostre stesse case, con gravi disagi psicologici oltre che pratici, senza comunque essere garantiti sulla sicurezza e incolumità nostra e dei nostri familiari. Per questi motivi sollecitiamo con forza e senza indugio un intervento deciso di tutte le Forze dell’Ordine attraverso maggiori e più stringenti controlli e un presidio più puntuale del territorio, a tutela e difesa di tante famiglie che si sentono abbandonate al loro destino in balia di delinquenti organizzati e senza scrupolo”.

“Non possiamo permetterci di attendere oltre, la sicurezza del territorio deve essere un obiettivo primario – rincara l’ex consigliere comunale Luigi Durante che abita nella zona interessata dai furti – Il fenomeno nell’ultimo mese ha assunto una dimensione preoccupante. Preoccupa soprattutto l’audacia di questi malviventi, che non si fanno scrupoli ad entrare in azione anche quando sono presenti i proprietari delle case. Occorre necessariamente che il Sindaco faccia sentire con forza la sua voce agli organi preposti. Deve pestare i piedi per terra, se è il caso. Cava è la prima città della provincia, dopo Salerno, per importanza e popolosità. Va assolutamente trovata un’adeguata soluzione”.

Fino ad ora, però, dal Comune arrivano solo generiche rassicurazioni, tra cui quella, ormai nota e che non trova riscontro nella realtà dei fatti, che i reati e i furti in particolare sono in diminuzione anche nella nostra città.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.