Cava de’ Tirreni, Luigi Napoli (FdI): “Votare Nunzio Senatore vuol dire votare Piero De Luca”

0
714
Luigi Napoli, Coordinatore Comunale di FdI

“I cavesi non si lascino ingannare da un voto “non” utile” 

“Il Partito Democratico si affanna a sostenere la candidatura di Nunzio Senatore alla Camera dei deputati, definendolo come uno dei migliori candidati scelti dal partito, tanto da invitare gli elettori cavesi a non perdere l’occasione di votarlo per eleggerlo in Parlamento. Niente di più falso, senza nulla togliere sul piano personale all’assessore Nunzio Senatore. La verità che i cavesi devono sapere è un’altra: votare Nunzio Senatore vuol dire votare Piero De Luca”.

Così in una nota Luigi Napoli, coordinatore cittadino di Fratelli d’Italia.

“Nunzio Senatore – spiega – è ritenuto uno dei migliori candidati scelti dal Pd per un semplice motivo: deve fare incetta di voti nella nostra città per contribuire a portare in Parlamento il figlio prediletto del Governatore della Campania. Sarà già un risultato, infatti, se riusciranno a far eleggere Piero De Luca, primo nella lista bloccata del plurinominale. Figurarsi quale sarà il destino del nostro Nunzio Senatore, terzo nella lista, che è ben consapevole che gli è stato assegnato il ruolo del gregario, per l’esattezza del semplice portatore d’acqua al battistrada De Luca”.

“Votare l’assessore e vicesindaco Nunzio Senatore vuol dire dare ancora fiducia alla fallimentare Amministrazione comunale del sindaco Servalli”

“Ai cavesi – continua Luigi Napoli – diciamo allora che votare Nunzio Senatore e quindi il Pd vuol dire votare anche Vincenzo De Luca, che ha distrutto l’ospedale e la sanità sul territorio cavese, e che ha anche contribuito ad affossare la nostra città,  sistematicamente dimenticata nei finanziamenti per la cultura, il folklore, lo spettacolo, lo sport… Del resto, non dimentichiamo che Nunzio Senatore da 7 anni è assessore e braccio destro del sindaco Vincenzo Servalli. Votare l’assessore e vicesindaco Nunzio Senatore vuol dire dare ancora fiducia alla fallimentare Amministrazione comunale del sindaco Servalli, che ha messo in ginocchio la nostra città accumulando un debito di oltre 59 milioni di euro, che dovranno essere pagati dai cittadini-contribuenti cavesi per i prossimi venti anni”.

“Per questo – conclude il coordinatore cittadino di Fdi – invitiamo gli elettori cavesi a non dimenticare il prossimo 25 settembre tutto il male che politicamente in questi anni hanno fatto a Cava de’ Tirreni il governatore De Luca, il sindaco Servalli, il vicesindaco Nunzio Senatore e il Pd. Ai cavesi diciamo: non lasciatevi ingannare, diamo un segnale a questi signori del Pd, non diamo un voto al fallimento ma votiamo per il cambiamento!”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.