Cava, all’IIS Della Corte Vanvitelli celebrata la giornata dedicata ai disturbi alimentari

0
163

L’IIS Della Corte-Vanvitelli si è colorato di lilla per la VI giornata Nazionale dedicata ai disturbi alimentari

In occasione della sesta edizione della “Giornata nazionale del fiocchetto lilla”, dedicata alla prevenzione dei disturbi del comportamento alimentare (DCA), l’ ADEPO (Associazione di Dietetica e Psicologia per l’Obesità e i disturbi alimentari che opera sul territorio cavese dal 2012) ha organizzato a Cava de’ Tirreni due eventi dal titolo: “Ammalarsi di obesità o di un disturbo alimentare non è una scelta, guarire lo è”.

Il primo appuntamento si è svolto oggi (mercoledì 15 marzo) presso l’IIS Della Corte – Vanvitelli  ed ha coinvolto  i docenti e gli alunni delle classi terze e quarte dell’istituto. La dott.ssa Viviana Valtucci e il Dott. Mario Russo, hanno informato e sensibilizzato i giovani studenti  sui disordini dell’alimentazione, caratterizzati da pensieri e comportamenti problematici collegati al peso, al cibo e alle forme del corpo. E non si tratta solo di anoressia e di  bulimia, che sono i disturbi più conosciuti, ma anche dell’ alimentazione incontrollata e di altre forme ibride dalle quali si può guarire. I problemi legati all’alimentazione colpiscono  persone di qualsiasi età, etnia, sesso, classe sociale e peso e le patologie coinvolgono totalmente la persona che ne è affetta come in un vortice senza fine e, ad oggi, sono la prima causa di morte tra i giovani, più degli incidenti stradali. Si stima che in Italia siano ben 3 milioni le persone che ne soffrono. La fascia di età che ne è maggiormente colpita è quella tra i 15 e i 25 anni, ma la preoccupazione eccessiva per il cibo, il peso e le forme del corpo colpisce sempre con più frequenza anche i bambini.

Il simbolo del fiocchetto lilla rappresenta proprio la lotta ai disturbi alimentari, ed è stato usato per la prima volta in Italia da Stefano Tavilla, padre di Giulia, una giovanissima ragazza venuta a mancare a causa della bulimia. Il 15 Marzo, giorno della sua scomparsa, è stato scelto come data simbolo per promuovere su tutto il territorio italiano eventi volti alla sensibilizzazione, informazione e prevenzione di queste patologie.

Il secondo incontro si svolgerà domenica 26 Marzo alle ore 20:00 presso l’auditorium “G. Siani” della Chiesa di Sant’Alfonso. Grazie alla disponibilità di Don Gioacchino Lanzillo, molto sensibile al tema della prevenzione, l’associazione ADEPO ha organizzato un convegno gratuito ed aperto a tutti, in cui interverranno i soci fondatori, esperti della terapia dei disturbi alimentari e dell’obesità, e numerosi ospiti che porteranno la propria testimonianza di guarigione. Per l’occasione il campanile sarà illuminato di lilla, come molti altri monumenti in tutta Italia, e saranno distribuiti i fiocchetti, simbolo della lotta ai DCA.

Con questa campagna di sensibilizzazione, rivolta soprattutto ai giovani, si vuole lanciare il messaggio che di disturbi alimentari si può  guarire,  ma soprattutto è possibile prevenirne la comparsa.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.