Il Mose funziona alla perfezione e salva Venezia

2
28
foto Giovanni Armenante

Dallo scorso mese di ottobre è ripresa la pubblicazione della rubrica Cornetto e Caffè curata dal nostro Direttore. Saranno commentati di volta in volta, in poche righe, temi e fatti di attualità. Dalla politica all’economia, dalla cultura al costume, dal lavoro alla scuola, dalla società allo sport.

Per anni il Mose, la struttura mobile costruita per difendere Venezia dall’acqua alta, è stato al centro di polemiche. Si è detto e sentito di tutto. Che costava troppo (a parte gli scandali sugli appalti). Che c’erano voluti troppi anni per costruirlo. Che non avrebbe funzionato. Che altrove si era fatto meglio con meno costi e in tempi più brevi. Da ieri tutto questo è un ricordo. Il Mose ha salvato Venezia da una marea eccezionale, la terza più alta della storia secondo le stime. Il livello dell’acqua è salito a oltre due metri, ma le paratoie del Mose hanno retto ed impedito che la città lagunare venisse allagata per l’ennesima volta. Si è potuto così valutare l’efficacia di questa infrastruttura per anni criticata e sbeffeggiata. Un motivo di orgoglio in più per il nostro Paese.

Articolo precedenteCAVA DE’ TIRRENI, IL METEO di ULISSE Spazio al sole
Articolo successivoCava de’ Tirreni, sulla vicenda dei telefonini dell’Ausino l’avvocato Murolo attende ancora risposte
Giornalista, ha fondato e dirige dal 2014 il giornale Ulisse on line ed è l’ideatore e il curatore della Rassegna letteraria Premio Com&Te. Fondatore e direttore responsabile dal 1993 al 2000 del mensile cittadino di politica ed attualità Confronto e del mensile diocesano Fermento, è stato dal 1998 al 2000 addetto stampa e direttore dell’Ufficio Diocesano delle Comunicazioni Sociali dell’Arcidiocesi Amalfi-Cava de’Tirreni, quindi fondatore e direttore responsabile dal 2007 al 2010 del mensile cittadino di approfondimento e riflessioni L’Opinione, mentre dal 2004 al 2010 è stato commentatore politico del quotidiano salernitano Cronache del Mezzogiorno. Dal 2001 al 2004 ha svolto la funzione di Capo del Servizio di Staff del Sindaco al Comune di Cava de’Tirreni, nel corso del 2003 è stato consigliere di amministrazione della Se.T.A. S.p.A. – Servizi Terrritoriali Ambientali, poi dall’ottobre 2003 al settembre 2006 presidente del Consiglio di Amministrazione del Conservatorio Statale di Musica Martucci di Salerno, dal 2004 al 2007 consigliere di amministrazione del CSTP - Azienda della Mobilità S.p.A., infine, dal 2010 al 2014 Capo Ufficio Stampa e Portavoce del Presidente della Provincia di Salerno. Ha fondato e presieduto dal 2006 al 2011 ed è attualmente membro del Direttivo dell’associazione indipendente di comunicazione, editoria e formazione Comunicazione & Territorio. E’ autore delle pubblicazioni Testimone di parte, edita nel 2006, Appunti sul Governo della Città, edita nel 2009, e insieme a Silvia Lamberti Maionese impazzita - Comunicazione pubblica ed istituzionale, istruzioni per l'uso, edita nel 2018, nonché curatore di Tornare Grandi (2011) e Salerno, la Provincia del buongoverno (2013), entrambe edite dall’Amministrazione Provinciale di Salerno.

2 Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.