L’austerità dei ragionieri

0
140

Alexis Tsipras trionfa nelle elezioni politiche in Grecia e i mercati finanziari europei ora temono il peggio. E non potrebbe essere altrimenti. In Grecia, però, hanno vinto le ragioni del popolo su quelle delle banche, dell’euro, della finanza europea e internazionale, di chi ha la pancia piena. Non è credibile e non ha alcun senso un’Europa dei popoli e della pace dopo che un’intera nazione è stata mortificata e affamata com’è successo con la Grecia. La verità è che se i governanti greci di un recente passato hanno di sicuro barato e mal governato, le istituzioni e i governi europei ne sono stati complici attivi e consapevoli. Per questo, a prescindere dalle opinioni politiche, va salutato con favore la vittoria della sinistra radicale greca. E’ la vittoria della dignità di un popolo, ma è anche un segnale forte ai governanti europei: o si cambia strategia o il giocattolo si rompe. Dietro l’angolo, se non si volta pagina con l’austerità dei ragionieri, vi è la destra di Marine Le Pen e forse altro ancora. Meglio ascoltare il grido di dolore che viene da Atene, prima che sia troppo tardi per tutti, anche per le grasse economie tedesca e del nord Europa. (foto Giovanni Armenante)

Articolo precedenteSalerno, al Teatro delle Arti la storia dei Briganti raccontata dai soci del Rotary
Articolo successivoSalerno, veleggiata luminosa per le “Luci d’Artista”
Giornalista, ha fondato e dirige dal 2014 il giornale Ulisse on line ed è l’ideatore e il curatore della Rassegna letteraria Premio Com&Te. Fondatore e direttore responsabile dal 1993 al 2000 del mensile cittadino di politica ed attualità Confronto e del mensile diocesano Fermento, è stato dal 1998 al 2000 addetto stampa e direttore dell’Ufficio Diocesano delle Comunicazioni Sociali dell’Arcidiocesi Amalfi-Cava de’Tirreni, quindi fondatore e direttore responsabile dal 2007 al 2010 del mensile cittadino di approfondimento e riflessioni L’Opinione, mentre dal 2004 al 2010 è stato commentatore politico del quotidiano salernitano Cronache del Mezzogiorno. Dal 2001 al 2004 ha svolto la funzione di Capo del Servizio di Staff del Sindaco al Comune di Cava de’Tirreni, nel corso del 2003 è stato consigliere di amministrazione della Se.T.A. S.p.A. – Servizi Terrritoriali Ambientali, poi dall’ottobre 2003 al settembre 2006 presidente del Consiglio di Amministrazione del Conservatorio Statale di Musica Martucci di Salerno, dal 2004 al 2007 consigliere di amministrazione del CSTP - Azienda della Mobilità S.p.A., infine, dal 2010 al 2014 Capo Ufficio Stampa e Portavoce del Presidente della Provincia di Salerno. Ha fondato e presieduto dal 2006 al 2011 ed è attualmente membro del Direttivo dell’associazione indipendente di comunicazione, editoria e formazione Comunicazione & Territorio. E’ autore delle pubblicazioni Testimone di parte, edita nel 2006, Appunti sul Governo della Città, edita nel 2009, e insieme a Silvia Lamberti Maionese impazzita - Comunicazione pubblica ed istituzionale, istruzioni per l'uso, edita nel 2018, nonché curatore di Tornare Grandi (2011) e Salerno, la Provincia del buongoverno (2013), entrambe edite dall’Amministrazione Provinciale di Salerno.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.