La Cavese con la Sicula Leonzio non va oltre lo 0 a 0

0
141

Secondo pareggio consecutivo per la Cavese che, dopo la trasferta di Rieti, impatta per 0 a 0 anche tra le mura amiche contro la Sicula Leonzio.

Un risultato che tutto sommato rispecchia fedelmente l’andamento della gara: primo tempo a totale appannaggio degli aquilotti di mister Modica,  ripresa a favore degli ospiti del tecnico Bianco. Un buon punto, insomma, per entrambe le squadre che, a tempi alterni, hanno provato a conquistare l’intera posta in palio senza però riuscire a sbloccare una partita bella e intensa. Ottima la partenza dei padroni di casa che grazie a un Rosafio in ottima forma hanno iniziato subito con il piede sull’acceleratore.

Proprio il numero 7 biancoblù è il primo a testare la reattività del portiere ospite con tiro insidioso che costringe alla respinta con i piedi l’estremo difensore ospite. Al 9’ la Cavese trova la via del gol con Tumbarello, ma dopo aver convalidato il gol e indicato il dischetto di centrocampo l’arbitro, il sig. Tremolada della sezione di Monza, ritorna sui suoi passi, si consulta con l’assistente Pappagallo e annulla la rete per fuorigioco tra le vibranti potreste dei padroni di casa.

I metelliani continuano a mantenere saldamente in mano il pallino del gioco e al 24’ sprecano una ghiotta occasione per passare in vantaggio: Rosafio s’invola in contropiede, supera il portiere Narciso in uscita, ma al momento del tiro viene anticipato dall’accorrente Sciamanna che di piatto spara alto a porta vuota. Un errore grossolano che sottolinea la giornata sfortunata del bomber biancoblù.

Nella ripresa, infatti, è ancora Sciamanna a tentare la via del gol con una doppia conclusione che trova pronto alla respinta il portiere Narciso. Poco dopo sono gli ospiti a rendersi pericolosi con un bel tiro di Gammone che l’ottimo Vono riesce a deviare sul palo evitando lo svantaggio. L’ingresso in campo di Maza rivitalizza gli ospiti che, complice anche una  rivoluzione obbligatoria in difesa per la Cavese, a causa degli infortuni prima di Palomeque e poi di Licata, iniziano a guadagnare campo.

A sfiorare il gol, però, sono ancora i biancoblù con Sciamanna il cui diagonale a giro beffa Narciso, ma si spegne di un soffio al lato. Poco dopo, invece, sono gli ospiti a fallire la possibile rete del vantaggio: Maza pesca in piena aerea Russo la cui conclusione esalta la reattività di Vono che in uscita riesce a respingere il pericolo.

Sul finire della partita l’espulsione di Gammone costringe gli ospiti a chiudersi sulla difensiva, ma gli assalti degli aquilotti, su di un campo reso pesante dall’abbondante pioggia, non producono alcun risultato.

 

Cavese (4-3-3): Vono, Palomeque (dal 46′ Nunziante), Bruno, Manetta, Licata (57’ Silvestri ); Tumbarello  ( 77’ Mincione), Migliorini, Favasuli; Rosafio  (88’ Heatley), Sciamanna, Fella (57’ Agate).

A disp: De Brasi, De Rosa, Buda, Logoluso, Bettini, Landre, Di Fazio.All. Giacomo Modica.

Sicula Leonzio (4-3-3): Narciso, Talarico, Ferrini, Laezza, Squillace, Gammone, Giunta  ( 61’ Marano), D’Angelo, Gomez  (61’ Russo), Ripa  (89’ Aquilanti), Rossetti  ( 64’ Sainz-Maza). A disp: Polverino, Brunetti, Esposito M, Palermo, De Felice, Vitale, Sidibe. All. Paolo Bianco.

Arbitro: Paride Tremolada di Monza, assistenti: Fabio Pappagallo di Molfetta e Mattia Politi di Lecce

 

Note: 2000 spettatori circa. Espulsi: all’85’ Gammone della Sicula Leonzio. Ammoniti: Tumbarello (C), Migliorini (C), Laezza (SL). Corner: 2-8. Recupero: 3’ e 4’. (foto Gaetano Guida)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.