scritto da Manuel Senatore - 07 Novembre 2023 09:48

Cavese, dopo il pareggio di Ardea si pensa al Flaminia

La partita, terminata a reti bianche, ha visto come assoluta protagonista la noia, con poche occasioni per ambo le parti

E così, dopo quattro vittorie consecutive, la Cavese frena la propria corsa, incappando in un pareggio sull’ostico campo (?) dell’Ardea. La partita, terminata a reti bianche, ha visto come assoluta protagonista la noia, con poche occasioni per ambo le parti (qui per la sintesi del match).

Cavese che è scesa in campo con il 4-4-2, con Konate e Sette larghi sulle fasce pronti a servire il Pifferaio Piovaccari e Antonelli, schierato come seconda punta. Questo modulo, riproposto dopo il match vinto contro la Nocerina, stavolta non ha portato i frutti sperati. Le uniche opportunità degne di nota per gli aquilotti si sono manifestate nel secondo tempo, con l’ingresso di Felleca, che ha portato maggior vivacità al reparto avanzato, senza però riuscire a bucare la rete.

Un super Boffelli tiene a galla la Cavese

La nota più lieta di questa uggiosa domenica, però, arriva dal pacchetto arretrato. La linea difensiva composta da Buchiazzo e Troest regge alla grande, annullando di fatto la verve offensiva del capocannoniere del torneo, Vianni.

Dove non arrivano poi i due colossi, ci pensa Valerio Boffelli, che con due super parate toglie le castagne dal fuoco ai propri compagni. Il portierino scuola Napoli riscatta così l’errore commesso nel derby, dimostrando ancora una volta grande affidabilità tra i pali.

Per Cinelli un punto guadagnato, non due persi

Nella conferenza stampa post-match, mister Cinelli, consapevole delle insidie che questa gara nascondeva, parla di punto guadagnato su un campo ostico. Non lesina complimenti alla sua squadra e, conscio della stanchezza derivante dalla partita di mercoledì, si definisce soddisfatto del risultato. Conferma, inoltre, l’impossibilità di poter reggere un 4-2-3-1 per tutti i 90 minuti, motivo per cui Addessi e Felleca partono spesso dalla panchina.(qui la conferenza stampa di Cinelli)

Testa al Flaminia adesso, ancora senza Foggia

Il pareggio di Ardea lascia in ogni caso la Cavese ancora in testa alla classifica, con un punto in più rispetto al Sarrabus, anch’esso fermato sullo 0-0 con il Budoni. La prossima partita vedrà ospite al Lamberti il Flaminia, altra squadra laziale: mancherà il capitano, Ciro Foggia, che dovrà scontare altri due turni di stop, vista l’espulsione rimediata sempre nel derby. Sarà testa a testa fra Piovaccari e Chiarella per rimpiazzarlo: l’usato sicuro contro il nuovo che avanza, chi la spunterà?

Universitario, laureato in Economia e Management, speaker radiofonico, giornalista in erba, un futuro ancora tutto da scrivere ma con grandi idee in sottofondo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.