scritto da Manuel Senatore - 09 Ottobre 2023 18:18

Cava de’Tirreni, Cavese che batosta! Al Lamberti passa l’Atletico Uri, rete di Ankovic

Pessima prestazione della Cavese, sconfitta in casa dall'Atletico Uri: Ankovic punisce gli aquilotti, adesso serve una scossa.

Foto di Felice Vassallo

Incredibile risultato al Lamberti: la Cavese esce sconfitta contro l’Atletico Uri, che inaspettatamente riesce a portare a casa i 3 punti. Nonostante un Lamberti infuocato, gli aquilotti non riescono a trovare la giusta motivazione per colpire gli avversari e cadono contro una squadra ben organizzata, brava a sfruttare l’unica occasione avuta.

Primi minuti del match avari di emozioni, con le due compagini che lottano soprattutto a centrocampo: pallino del gioco in mano ai biancoblù, con l’Atletico Uri bravo a difendere in maniera ordinata. Lubrano (A) al 17’ prova a pungere ma calcia alto. Risponde la Cavese con Mori, ma Fusco (A) respinge, evitando il pericolo. Al 28’ cambio obbligato per l’Atletico Uri, che inserisce Fusco per Baracca.

Al 36’ sul calcio di punizione dalla trequarti di Urso, l’estremo difensore sardo esce a vuoto ingannando Derosa che non trova così lo specchio della porta.

Dopo i tre minuti di recupero concessi dall’arbitro Giordano, termina un primo tempo davvero avaro di emozioni.

Nella ripresa, mister Cinelli inserisce subito Chiarella, Cinque e Felleca, tenuto inizialmente in panchina.

Aumenta il pressing della Cavese, che si fa vedere con maggiore insistenza nella metà campo avversaria, non riuscendo però a scalfire la muraglia gialla.

Il possesso palla prolungato degli aquilotti non porta frutti, con i sardi che acquisiscono maggior coraggio e addirittura puniscono la Cavese: al 66’, Ankovic lasciato solo in area, raccoglie un cross e insacca alle spalle di Boffelli, portando insperatamente in vantaggio l’Atletico Uri.

La reazione della Cavese tarda ad arrivare: al 72’ cross di Polanco, conclusione a volo di Foggia debole e centrale.

La partita si rende sempre più nervosa, con i sardi che si ostinano in reiterate perdite di tempo.

80’, cross di Polanco, Chiarella si gira ma trova la super parata di Fusco: trema la difesa sarda ma regge ancora una volta. Due minuti dopo, Sowe allarga per Felleca, bravo a saltare l’uomo e calciare ma stavolta è la traversa a fermare il numero dieci aquilotto. L’arrembaggio cavese continua senza quell’insistenza necessaria per cercare la rete del pareggio.

L’ultima occasione arriva al 96’ con Balla Sowe, che tenta di sorprendere la difesa avversaria con una rovesciata a pochi passi dalla porta, ma la difesa sarda respinge sulla linea con Esposito, spegnendo così le ultime speranze blufoncè.

Al triplice fischio dell’arbitro scoppia la gioia dell’Atletico Uri: una Cavese anonima, inconsistente, incappa in una pesante sconfitta casalinga. Ci sarà tanto da lavorare per gli uomini di mister Cinelli. La prossima gara si disputerà invece a Santa Maria Capua Vetere, contro il Gladiator: occorre una risposta immediata per puntare con decisione alla vetta del campionato.

Nota di merito invece alla spinta del pubblico casalingo, accorso anche stavolta con numeri importanti (circa 1700 paganti) nonostante un orario poco consono e ai 7 tifosi accorsi dalla Sardegna per sostenere la loro squadra: i veri vincitori di questa dimenticabile (per noi sicuramente) domenica sportiva.

 

CAVESE: Boffelli, Polanco, Magri, Derosa, Fraraccio (45’ Cinque), Urso, Konate (75’ Ospitaleche), Antonelli (45’ Felleca), Mori (45’ Chairella), Foggia, Addessi  (Sowe  All. Cinelli

A disposizione: Barone, Sette, Troest, Collura

ATLETICO URI: Fusco, Jah, Fadda, Esposito, Baracca (28’ Fusco And.), Lubrano, Attili, Pisano, Piga, Fangwa (60’ Ankovic), Demarcus (87’Clayton Junior)   All. Paba

A disposizione: Tirelli, Ravot, Caria, Melis, Ansini, Cannas

Marcatori: 66’ Ankovic (A)

Ammoniti: Fraraccio (C), Urso (C), Magri (C), Fusco (A), Esposito (A)

Espulsi: 95’ Pisano (A)

(foto di Felice Vassallo)

Universitario, laureato in Economia e Management, speaker radiofonico, giornalista in erba, un futuro ancora tutto da scrivere ma con grandi idee in sottofondo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.