scritto da Manuel Senatore - 23 Ottobre 2023 13:06

Cava de’ Tirreni, Cavese: battuto il Trastevere, decide l’eterno Piovaccari

Risultato d'altronde acquisito già al 14', grazie ad una veloce ripartenza degli aquilotti, con il pifferaio, servito dall'Airone Ciro Foggia, abile a superare il portiere avversario Semprini con un delicatissimo scavetto. Piovaccari che diviene, tra l'altro, il marcatore più anziano della storia blufoncè, superando il record appartenuto a Claudio De Rosa.

Foto di Vincenzo Pio Di Mauro

Vittoria di misura per la Cavese di mister Cinelli, che con il minimo sforzo ottiene il massimo risultato: Trastevere battuto 1-0 con la rete del sempreverde Federico Piovaccari, finalmente sbloccatosi anche a Cava de’Tirreni.

Risultato d’altronde acquisito già al 14′, grazie ad una veloce ripartenza degli aquilotti, con il pifferaio, servito dall’Airone Ciro Foggia, abile a superare il portiere avversario Semprini con un delicatissimo scavetto. Piovaccari che diviene, tra l’altro, il marcatore più anziano della storia blufoncè, superando il record appartenuto a Claudio De Rosa.

Un minuto dopo, Kevin Magri salva un gol praticamente già fatto sulla conclusione di Alonzi (T), abile a saltare gli avversari, Boffelli compreso, e a calciare in porta. Il difensore ex Nocerina, immolatosi sul palo, tiene così inviolata la propria rete, tra gli abbracci e l’esaltazione del Lamberti.

Il ritmo della gara pian piano si abbassa e le occasioni da rete latitano, nonostante entrambe le compagini esprimano un buon calcio. Di fatto, per quanto espresso in campo nel corso dei 90 minuti, il Trastevere risulta la miglior squadra passata finora tra le mura amiche.

La ripresa vede una Cavese tornare prepotentemente all’arrembaggio, prima con Antonelli, la cui conclusione finisce tra le braccia di Semprini, poi ancora con Piovaccari: 50′, ripartenza degli aquilotti con Sette che serve l’attaccante ex Giugliano, la sua scivolata viene però intercettata nuovamente dal portiere romano. Nel prosieguo dell’azione, Ciro Foggia calcia di poco alto sopra la traversa.

I successivi minuti trascorrono senza azioni degne di nota; spicca invece la figura dell’arbitro Verrocchi, la cui gestione della gara è risultata alquanto pessima: un metro di giudizio impari nella scelta dei cartellini, è stato in grado di incattivire una gara più che pacifica fra le due squadre. L’episodio clou al 91′: nonostante Konate sia fermo da oltre 2 minuti sul terreno di gioco, con la palla fuori, Verrocchi non interrompe il gioco e fra le proteste generali, il Trastevere sfiora il gol con Cachiero.

Errore madornale di Ciro Foggia, nel parapiglia creatosi, che scaraventa un pallone in campo: espulsione (ovviamente) da parte di Verrocchi, si temono adesso almeno due giornate di squalifica, che farebbero così saltare al n°9 la sfida del 1 Novembre con la Nocerina, oltre a quella precedente contro l’Ostia.

Al triplice fischio scoppia di gioia il Lamberti, con la Cavese adesso prima in classifica in solitaria, visto lo stop dei molossi in terra sarda (3-2 contro il Sarrabus). La classifica vede gli aquilotti primi a 15 punti, seguiti dal Cynthialbalonga e proprio dal Sarrabus Ogliastra a 14, poi Nocerina e Sassari Latte Dolce a 12.

La prossima gara ci vedrà impegnati, come detto in precedenza, proprio con l’Ostia Mare. Non saranno previsti, purtroppo, biglietti per i nostri tifosi, dunque la partita sarà visibile solo sui canali indicati dalla società.

Due righe conclusive, invece, per i tifosi presenti allo stadio: nonostante il meteo avverso, ieri si è respirata un’aria di festa al Lamberti, con coreografie ad hoc (tra cui il ricordo per Stefano Cucchi) e un incitamento persistente per tutti i 90 minuti alla squadra. Da sottolineare anche la presenza di 2 tifosi del Trastevere: applausi anche per loro!

Cavese (3-5-2): Boffelli; Troest, Magri, Derosa; Cinque, Sette (67′ Ospitaleche), Konate, Antonelli (75′ Urso), Collura (46′ Polanco); Piovaccari ( 55′ Felleca), Foggia (67′ Chiarella). A disposizione: Ascioti, Fraraccio, Rana, Mercurio. All. Cinelli

Trastevere (3-5-2): Semprini; Rosati (53′ Cesari), Trasciani (53′ Bertoldi), Santovito; Calderoni, Conti, Massimo, Crescenzo, Fragnelli (53′ Crovello); Mastropietro (72′ Cacheiro), Alonzi.

A disposizione: Foschini, Ferramisco, Pandimiglio, Santovito, Sebastiani. All. Cioci

Arbitro: Verrocchi di Sulmona

Assistenti: Tangaro (Molfetta) – Rizzi (Barletta)

Angoli: 4-9

Reti: 14′ Piovaccari

Ammoniti: Troest (C) – Collura (C) – Antonelli (C) – Konate (C) – Boffelli (C)

Espulsi: Foggia (C)

Universitario, laureato in Economia e Management, speaker radiofonico, giornalista in erba, un futuro ancora tutto da scrivere ma con grandi idee in sottofondo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.