Italia nel mirino dei terroristi per due italiani su tre… e via i clandestini

0
183

Il tema del terrorismo resta purtroppo di stretta attualità dopo i tragici fatti di Parigi della scorsa settimana. E, ancora una volta, è il terrorismo al centro della rilevazione di questa settimana effettuata nei giorni scorsi dall’istituto demoscopico SWG.

La domanda, posta al campione rappresentativo nazionale composto da 1.000 persone, punta a capire quale sia attualmente per gli italiani il grado di rischio di attentati terroristici nel nostro Paese.

Il 65% degli intervistati, in pratica due italiani su tre, ritiene che il rischio attentati anche qui da noi sia elevato. Nel dettaglio, il 12% ritiene il rischio molto elevato, mentre il 53%, quindi la maggioranza degli italiani, lo ritiene semplicemente elevato.

Un quarto degli intervistati, il 26%, lo ritiene invece basso e solo il 3% inesistente, mentre il 6% rispondere di non sapere.

In conclusione, dall’indagine conoscitiva viene fuori che due italiani su tre ritiene l’Italia nel mirino dei terroristi, quindi manifesta il timore che ci possano essere attentati.

Sullo stesso tema è stata poi posta un’altra domanda sui clandestini che sbarcano in Italia e che, secondo alcuni, se non si rispediscono nei loro Paesi di origine, possono far diventare la nostra Penisola il crocevia del terrorismo.

Il 55% degli intervistati si dichiara d’accordo con questa preoccupazione, mentre il 33% esprime il proprio disaccordo  e il 12% non risponde.

In breve, la metà degli italiani vuol mandare via dal Paese i clandestini che arrivano sul nostro territorio per paura che attraverso di loro arrivi anche il terrorismo.

In conclusione, la paura ha ormai preso il sopravvento nel Bel Paese. (foto Angelo Tortorella)

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.