Salerno, i soci dei Rotary della città incontrano il nuovo governatore del Distretto 2100

0
142

Il Rotary, è una piccola ruota che aiuta a far girare il mondo. Il Rotary fa del bene senza elargire danaro,  perché non è un’associazione di beneficenza. Il Rotary, come ricorda nel suo  motto il  nostro Presidente Internazionale, John Germ,   è al  servizio dell’Umanità”.

A ricordare cos’è il Rotary è stato il  Governatore  del Distretto Rotary 2100,  per l’anno 2016 – 2017, il professor  Gaetano De Donato che, al Grand Hotel Salerno, ha incontrato  oltre 200 soci dei cinque Club Rotary della città ai quali ha annunciato il motto coniato per il Distretto 2100, che comprende i territori di  Campania,  Calabria e  Lauria:” Tempus vocandis Amicis” che sottolinea l’importanza dell’amicizia  tra i soci rotariani:” Dobbiamo essere amici per fare del bene in questo mondo. Ogni giorno in cui  siamo impegnati nel Rotary abbiamo la possibilità di cambiare il mondo  e renderlo migliore per tutti ” ha affermato il  Governatore De Donato che ha raccontato della recente  visita del Presidente Internazionale del Rotary, John Germ,  a Napoli, al Teatro di Corte di Palazzo Reale:” Per la prima volta un Presidente Internazionale del Rotary è venuto in visita al nostro Distretto ed è stato un evento bellissimo, al di la di ogni aspettativa”, e dell’incontro avuto, insieme al Presidente Internazionale, con il Ministro della Salute Beatrice Lorenzin:” Le abbiamo illustrato i risultati raggiunti nella prima parte del nostro progetto “No  – Ictus”,  dedicato alla prevenzione dell’ Ictus Cerebrale Ischemico”. Il Professor Gaetano De Donato, Specialista in Chirurgia Vascolare, Cardiochirurgia e Angiochirurgia Mininvasiva, Primario Emerito del Dipartimento di Chirurgia dell’UOC Ospedale San Giovanni Bosco di Napoli e docente  di Angiochirurgia d’Urgenza alla Seconda Università di Napoli,  ha anche ricordato i risultati raggiunti con il progetto Rotary “ Polio Plus”, nato per eradicare la poliomelite nel mondo:”  Dal 1985 ad oggi sono stati vaccinati due miliardi e mezzo di bambini  in tutto il mondo. Nel primo semestre del 2016 ci sono stati nel mondo soltanto 19 casi di poliomelite”.

De Donato ha ricordato anche  le tante azioni umanitarie intraprese e realizzate dal Rotary nel mondo:” Speriamo che anche il programma  Rotary  “No –  Ictus”, partito quattro anni fa  da Napoli e da tutto il Distretto 2100, , già esportato in Bulgaria e prossimamente  anche in Ungheria, possa divenire un programma del Rotary International. Il  Presidente John Germ si è impegnato in tal senso”.

Il programma No – Ictus, si propone di prevenire, attraverso degli screening diagnostici  gratuiti, l’ictus cerebrale che colpisce, ogni anno, circa 15 milioni di persone in tutto il mondo :” Una ogni sei secondi. Sei milioni di persone muoiono. Sono invece 240mila gli ictus che si verificano ogni anno in Italia, ossia 660 ictus al giorno. Di queste 240mila, quarantamila muoiono e quarantamila perdono l’autosufficienza. Ogni persona che ha superato un ictus costa allo Stato 60mila euro l’anno” ha spiegato il professor De Donato che ha anche precisato che: ” Nel 99% dei casi l’ictus cerebrale ischemico è causato o da una lesione dell’arteria carotidea o da un embolo a partenza dal cuore in presenza di fibrillazione atriale. Con due semplici esami: la ricerca della fibrillazione atriale, attraverso un elettrocardiogramma, e la ricerca delle placche carotidee, attraverso un eco doppler,  si riesce a scongiurare un nefasto ictus cerebrale”. Il professor De Donato è stato a Salerno pochi mesi fa, proprio per partecipare, presso la struttura polifunzionale del Rotary di “Casa Nazareth” nel Quartiere Europa, a una delle giornate di prevenzione previste dal progetto rotariano: ”Le Domeniche della Salute” durante la quale vennero sottoposte a screening gratuito per la prevenzione dell’Ictus  più di 50 persone.

“ Questo è il Rotary del fare che tutti noi vogliamo”. Tante le autorità rotariane presenti: oltre ai cinque Presidenti dei Club Rotary salernitani: Achille Parisi, (Rotary Salerno Est);  Mario Petraglia, (Rotary  Club Salerno);  Maurizio Fasano, (Rotary Salerno Duomo);  Francesco Napoli, (Rotary Picentia) e Fulvio Leo, (Rotary Nord dei Due Principati);vi erano  il Segretario Distrettuale Nicola Forte.; gli Assistenti del Governatore: Gianpaolo Iaselli, Francesco Dente, Lillo Petronella, Gigi Iandolo;  i Formatori Distrettuali: Vittorio Salemme, Gennaro Esposito, Stefano Parisi, Canio Noce, Enrico Siniscalchi; il Presidente del Rotaract Salerno, Gaetano Galotta, ed il Presidente dell’Interact Salerno,  Alessandro Sprocati.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.