Salerno, i sapori della storia longobardo-normanna con “Magister Archeochef”

2
140

I sapori della storia, quelli dell’epoca longobarda  – normanna, sono stati i protagonisti, ieri mattina,  nella suggestiva atmosfera del Castello Arechi,  della sfida a suon di ricette dell’antichità, realizzate con gli ingredienti del tempo, tra due istituti   alberghieri della Provincia di Salerno: l’IPSAR Ferrari di Battipaglia e  l’IPSAR Domenico Rea di Nocera Inferiore,  coordinati  da due famosi cuochi,  Ruggero Peluso e Gerardo Buono.

La sfida rientrava nell’ambito del progetto di crowdfunding “Magister Archeochef”,  ideato dal Polo Qualità di Napoli, diretto dalla dottoressa Angela Orabona,  che ha l’obiettivo di  innovare la modalità di fare didattica nella scuola e che coinvolge 17 istituti del territorio campano, di indirizzi diversi, suddivisi in 4 network, ciascuno dei quali adotta un periodo storico che va dal VI secolo a.c. al Rinascimento.

Coadiuvati  dagli alunni dell’Alfano I e del Liceo Classico Torquato Tasso  di Salerno, che hanno  sviluppato dei percorsi storici e turistici, una sperimentazione commerciale e una presentazione multimediale, gli studenti dei due istituti alberghieri, vestiti in costumi d’epoca realizzati dagli studenti della sezione moda dell’Alberghiero di Battipaglia, hanno proposto: L’Alberghiero di Battipaglia,  uno gnocco fritto,  preparato con farina di miglio, lievito, acqua, sale e olio, e uno stracotto di pollo alla birra, preparato con cosce di pollo, carote, sedano, cipolle, pepi misti, birra, arance, olio e sale, mentre gli studenti dell’Alberghiero di Nocera Inferiore hanno proposto una zuppa di farro e ceci, con carote, sedano cipolle, pancetta affumicata, olio, sale, pepe, rosmarino e salvia ed un ottimo dolce: la ricotta speziata con pere preparata con ricotta, miele, cannella, malvasia e pere.

Lo spettacolo è stato presentato con professionalità dalla dottoressa Angela Orabona che ha spiegato il progetto: ” E’ un  progetto di storia, cultura, arti culinarie, coniugato al divertimento, perchè usiamo il linguaggio dei giovani per riscoprire il territorio”. La dottoressa Orabona, ha anche annunciato che il  progetto è stato selezionato come prassi di eccellenza  tra i percorsi realizzati dall’Ufficio Scolastico  Regionale della Campania:”Saremo presenti  il 22 ottobre all’Expo di Milano dove il progetto  sarà presentato nel Padiglione Italia –  Vivaio Scuole”.

Gli studenti dell’Alfano I  Rossella e Marco, hanno presentato il loro percorso  storico – turistico e  con Marta e Martina quello  di marketing del territorio. Aurora e Mariarosaria hanno invece presentato il percorso  in lingua inglese La narrazione storica  è stata  presentata dagli studenti del Liceo Classico Tasso: Laura, Alessandro, Ludovica e Francesca, ed  è stata accompagnata dalla musica e dalla danza proposta da diciotto  studenti del Liceo Musicale e Coreutico Alfano I che hanno eseguito danze antiche, ricercate con la docente   di Storia della Danza, Marcella Barbaro, in costume d’epoca con le coreografie della direttrice artistica dell’Associazione il Contrapasso,  Lella Lembo, accompagnati dalle musiche  antiche  eseguite  da cinque studenti diretti dal professor Guido Paglionico.

I componenti della  giuria: i  giornalisti  Concita De Luca, Gianluca Sollazzo, Giovanna Di Giorgio, Edoardo Scotti, Nello Palumbo, l’ingegner  Gioia Caiazzo, della Provincia di Salerno; l’attore Lucio Bastolla e  gli esperti del settore il Presidente dell’Accademia Pirpan, Fulvio Russo, ed il  sommelier Alberto Giannattasio, che ha ricordato che i longobardi preferivano la birra al vino, dopo aver  degustato i piatti preparati, commentandone il gusto e la preparazione hanno apprezzato anche la grande capacità dei ragazzi di lavorare in sintonia.

Non c’è stato un vero vincitore. Ha vinto la promozione culturale del territorio. Tutti i ragazzi, oltre ad   ottenere  dei crediti formativi funzionali alla prova di maturità, hanno imparato come si costruisce un progetto ed anche a valutarne l’impatto sul mondo reale.

Ad accogliere tutti i protagonisti della giornata è stato Marco De Simone, titolare della società di gestione “Castello di Arechi”.

Tanti i docenti e  gli alunni delle scuole oltre alle Dirigenti Scolastiche Daniela Palma, dell’Alberghiero di Battipaglia, e  la professoressa Carmela Santarcangelo del Liceo Torquato Tasso di Salerno.  .

2 Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.