Ravello, tutti in fila per… Villa Rufolo

0
437

Grande successo di pubblico per l’iniziativa messa in campo dal commissario della Fondazione Ravello Mauro Felicori. Villa Rufolo è tornata agli antichi splendori e anche Wagner plaude e ringrazia dall’Empireo della musica per l’idea che ha riscosso il gradimento dei visitatori campani.

Per tutto il mese di marzo infatti, il giardino di Villa Rufolo, il gioiello prediletto della città della musica, sarà aperto gratuitamente a tutti i cittadini della Campania. Un evento eccezionale che ha in sé l’imprinting dinamico e audace del manager felsineo non nuovo alle iniziative “popolari”.

La Fondazione Ravello ha aperto per la prima volta gratis i cancelli del  prestigioso edificio situato nel centro storico di Ravello proprio di fronte al Duomo nella Piazza del Vescovado, ottenendo un ottimo riscontro per la prima settimana che era riservata ai residenti nella provincia di Salerno. Nella sola giornata di ieri 3.620 persone hanno visitato  quello che Richard Wagner sul registro dei visitatori di Villa Rufolo il 26 maggio 1880 definì “Il giardino incantato di Klingsor”, riferendosi all’opera che stava componendo, il Parsifal.

In un solo giorno non si erano mai registrati questi numeri in tutta la storia moderna del monumento: 334 ingressi paganti e 3.245 ingressi gratuiti per un incasso totale di 2.546 euro. Una pacifica, composta ed entusiasta “invasione” di visitatori che hanno dimostrato sin dal primo mattino di apprezzare la possibilità di poter ammirare un’opera storica e architettonica non da tutti conosciuta, pur essendo a pochi chilometri da casa. In tal senso si è rivelata felice l’intuizione di Felicori e vincente la sua linea d’azione volta a fare rete tra le eccellenze culturali della regione Campania.

Il giardino di Villa Rufolo, conosciuto anche con il nome di Giardino dell’Anima, si sviluppa su due livelli introdotti da un viale alberato d’ottocentesca memoria. Le antiche mura conducono fino al chiostro moresco. L’atmosfera  avvolgente riporta i visitatori al giardino romantico e dove ancora riecheggiano gli emozionanti versi del Boccaccio nella prima giornata del Decamerone. Aiuole di camelie, ortensie, begonie, piante esotiche e diversi busti marmorei settecenteschi hanno deliziato la vista dell’eterogeneo pubblico, alcuni dei quali accompagnati dai loro fedeli amici a quattro zampe. Non tutti, infatti, sanno che è possibile visitare Villa Rufolo con il cane, l’importante è premunirsi sempre di guinzaglio e sacchetti per eventuali bisogni.

Questo il calendario per le prossime settimane:

  • da lunedì 18 a domenica 24 marzo ingresso gratuito per tutti i nati o i residenti in provincia di Avellino, Benevento e Caserta;
  • da lunedì 25 a domenica 31 marzo ingresso gratuito per tutti i nati o i residenti in provincia di Napoli.

Per poter usufruire dell’iniziativa è necessario presentarsi alla biglietteria muniti di un valido documento di riconoscimento che attesti la residenza o i natali in Campania.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.