Musei campani, centinaia di candidati per la direzione dei nostri gioielli culturali

0
113

Il nuovo anno si annuncia ricco di novità per il mondo museale campano. In particolare per i siti di Pompei, Reggia di Caserta e Parco Archeologico dei Campi Flegrei. Per la direzione di questi gioielli della cultura centinaia di candidature al bando internazionale. I dati che filtrano dal Ministero per i Beni Culturali e Ambientali (MIBAC) parlano di numeri altissimi. Per la Reggia sono settantasette gli aspiranti che hanno fatto domanda per essere designati alla guida della prestigiosa residenza reale; settantatré le candidature pervenute per i Campi Flegrei e quarantotto per Pompei.

Dall’analisi dell’elenco dei candidati emergono diversi dati. Prevalgono gli uomini, in un rapporto di sei a quattro con le donne- Le domande pervenute dall’estero, il bando è infatti internazionale, raggiungono l’8,3% per Pompei, per Caserta si ferma al 5,8% e al 2,6% per i Campi Flegrei.

Spetterà a due apposite commissioni, composte ciascuna da cinque componenti, scegliere i nuovi direttori. Dopo un’analisi dei titoli dei candidati, la rosa sarà ristretta a dieci nomi e poi a tre. Per Caserta e Pompei, istituti di livello dirigenziale generale, sarà il ministro Alberto Bonisoli a scegliere i prossimi dirigenti. Discorso diverso per i Campi Flegrei. La scelta spetterà, infatti, ad Antonio Lampis, Direttore Generale dei Musei e attualmente alla guida ad interim della Reggia di Caserta dopo il pensionamento di Mauro Felicori, freschissimo di nomina commissariale alla Fondazione Ravello.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.