Il Costa d’Amalfi Fiorduva di Marisa Cuomo a Milano alla degustazione di vini Go Wine

0
362
foto tratta dal profilo Fb

Autoctono si nasce dell’Associazione Go Wine, è il tradizionale appuntamento dedicato ai vini autoctoni italiani in programma giovedì 24 gennaio a Milano con oltre 50 cantine espressione dei vari territori di riferimento.

Un appuntamento giunto alla undicesima edizione, che promuove la straordinaria ricchezza e varietà del patrimonio viticolo italiano. Storie e vini si intrecciano nel banco d’assaggio, fra aziende storiche e realtà emergenti, fra varietà più diffuse e conosciute e alcune rarità spesso legate ad un solo o pochissimi viticoltori. Un’occasione per compiere una sorta di ideale viaggio con il calice lungo la penisola, alla scoperta di terroir nascosti e affascinanti. Un’importante selezione di vini, espressione di terroir nascosti e dai sapori nuovi, per un irripetibile viaggio tra i più insoliti e rari autoctoni italiani.

I vitigni campani protagonisti: Aglianico, Piedirosso, Ripoli-Fenile-Ginestra. Tra le cantine presenti, unica dalla Campania, Marisa Cuomo con il Costa d’Amalfi Fiorduva.

Fiorduva è un vino di grande fascino, uno dei bianchi più pregiati e rinomati dell’intera Penisola italiana e non solo.  Viene prodotto con uve autoctone Ripoli, Fenile e Ginestra coltivate sulle meravigliose terrazze del comune di Furore, piccolo gioiello della Costiera amalfitana, e in quelli limitrofi. I vigneti si elevano a un’altitudine media di cinquecento metri e poggiano su terreni sabbiosi e calcarei, estremamente ricchi di minerali. Le uve vengono raccolte manualmente; dopo pressatura soffice, il mosto fiore fermenta per circa tre mesi in barriques di rovere. Vino infinito, elegantissimo, armonioso, il Fiorduva  sta scrivendo la storia dei grandi bianchi italiani.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.