Fulvio Martusciello: “Le Amministrazioni imparino a spendere i fondi europei”

0
96

“Quando non si utilizzano i fondi europei in maniera adeguata, si ha una percezione di un’Europa burbera e matrigna. Le incapacità sono, invece, da annoverare alle amministrazioni regionali che hanno restituito a Bruxelles gran parte dei finanziamenti che erano stati loro attribuiti”. A parlare è l’Onorevole Fulvio Martusciello, deputato al Parlamento Europeo (PPE-FI), durante l’incontro che si è svolto a Cava de’ Tirreni nell’ambito della Scuola di Formazione Politica Amministrativa “Domenico Gasparri” organizzata da Forza Italia.

Argomento dell’appuntamento “Il Sud protagonista in un’Europa più vicina ai cittadini”. Relatrice insieme a Martusciello anche la Senatrice Sandra Lonardo, vice Capogruppo di Forza Italia in Senato.

Martusciello ha così spiegato il gap, la distanza che le periferie d’Europa, e in particolar modo il Mezzogiorno d’Italia, avvertono rispetto all’istituzione europea: “L’Europa è l’occasione per far gruppo, ma dobbiamo esser capaci di utilizzare i fondi che ci mette a disposizione e di semplificare le procedure. Molto spesso, in effetti, è difficile spendere. Dobbiamo avvicinare l’Europa ai Comuni e alle Regioni”.

Occorre indubbiamente lavorare ancora molto sulla percezione, forse erronea ma diffusa, che Europa per l’Italia e, nella fattispecie, per il meridione, rappresenti principalmente una serie di direttive impositive, mentre resta sorda e ci lascia soli nel risolvere il dramma degli sbarchi dei migranti.

“Per cambiare questa percezione occorrono amministrazioni che sappiano spendere i fondi europei – ha affermato Martusciello – e che diano la dimostrazione plastica che l’Europa è vicina ai suoi cittadini. Quando la gente vede una piazza, un ponte o un’altra opera pubblica realizzata con quei finanziamenti, comprende che l’Europa è vicina ai cittadini”.

A maggio ci saranno le elezioni per il rinnovo del Parlamento Europeo. A tal Proposito l’onorevole Martusciello ha colto l’occasione per ribadire quali saranno le armi che, a suo parere, porranno un freno e un argine alle derive estremiste: “La concretezza e la serietà che ci hanno sempre contraddistinti. E la consapevolezza che cercando sempre l’esasperazione e i toni alti non si va alcuna parte”.

Il prossimo appuntamento con la Scuola di Formazione è previsto per sabato 23 febbraio, alle ore 18 presso l’Holiday Inn di Cava de’ Tirreni. A parlare di “La cultura di governo del centrodestra contro il sistema di potere della sinistra ed il ribellismo” saranno: il coordinatore regionale di Forza Italia, Domenico De Siano, il coordinatore provinciale di Forza Italia, Vincenzo Fasano, il sindaco di Benevento, Clemente Mastella, il segretario regionale della Lega, Gianluca Cantalamessa, il coordinatore direzionale nazionale di Fratelli d’Italia, Edmondo Cirielli, il responsabile Campania Energie per l’Italia, Gennaro Salvatore.

Modererà l’incontro il direttore di Ulisse online, Pasquale Petrillo.

Saranno inoltre presenti al convegno l’onorevole Mara Carfagna e il senatore Maurizio Gasparri.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.