Cava, riprendono i lavori a via Pasquale Di Domenico ma proseguono i disagi

0
371

Sembra senza fine l’odissea dei lavori a via Pasquale Di Domenico nella frazione collinare di Sant’Anna. A poche settimane dal termine delle operazioni di assestamento e sistemazione della carreggiata che mette in comunicazione la località che si trova alle pendici del Parco Naturale Diecimare, con quella sottostante di Santa Lucia, persistono ancora disguidi che esasperano gli animi degli abitanti, già sollecitati da oltre un anno di attesa.

Oltre un anno fa vi fu il cedimento di una parte della carreggiata e la strada, di pertinenza provinciale, è stata transennata in attesa dei lavori che sono cominciati diversi mesi dopo. I residenti della frazione di Sant’Anna si sono così ritrovati come i berlinesi all’epoca della costruzione del famoso muro: divisi. Ed in mezzo questo percorso divenuto inagibile.

Dopo una lunga attesa, dovuta alle prove di carico sui pali previste dalla normativa, i lavori sono ricominciati nei giorni scorsi; i pali, infatti, sono stati caricati con blocchi di cemento per verificarne la resistenza, e l’auspicio ora è che i lavori proseguano con celerità e terminino nel minor tempo possibile.

“Il paese è in sofferenza – ha tuonato il consigliere comunale Vincenzo Lamberti, referente  e portavoce delle lagnanze degli abitanti della zona-  l’altra sera un mezzo di soccorso è rimasto bloccato per diverso tempo dall’oramai annuale interruzione della strada”. “Sicuramente è necessario specificare bene il percorso da fare quando si chiama il mezzo di soccorso- ha precisato Lamberti- ma è che grave che manchi la segnaletica precisa indicante il blocco della strada provinciale”.

La speranza di tutti i residenti è che abbia finalmente termine il loro calvario, che la Strada Provinciale 360 sia finalmente ripristinata e che possano finalmente ritornare alla normalità.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.