Cava, il comune sull’assistenza specialistica agli alunni disabili incontra i genitori

0
245

 

In vista del rinnovo del servizio di Assistenza specialistica in favore degli alunni affetti da gravi disabilità che frequentano gli istituti scolastici cittadini, presso la Biblioteca comunale si è svolto un incontro promosso dai Servizi sociali comunali per acquisire il grado di soddisfazione da parte degli genitori degli utenti.

Le famiglie che attualmente usufruiscono del servizio sono cinquanta.

Nel corso dell’incontro di carattere ricognitivo e conoscitivo è stato illustrato il nuovo approccio che verrà seguito, in pratica un cambio di prospettiva, partendo cioè dalle esigenze degli utenti.

Al momento di ascolto con i genitori hanno preso parte il dott. Romeo Nesi, dirigente del III Settore Politiche sociali, il dott. Francesco Sorrentino, dirigente del I Settore Affari generali e Personale, la dott.ssa Antonella Masullo, coordinatore dei Servizi sociali, la dott.ssa Iolanda Grauso, assistente sociale e Enrico Apuzzo in rappresentanza dell’osservatorio cittadino sulla disabilità.

I genitori presenti hanno rappresentato le criticità che durante l’anno scolastico si sono manifestate nel servizio ed hanno avanzato le proposte per migliorare l’assistenza che viene erogata ai loro figli.

Nel corso della riunione è stata illustrata la metodologia che verrà seguita, con un secondo incontro in programma nel del mese di maggio, durante il quale sarà consegnata la modulistica appositamente approntata ed è stato comunicato che l’unico punto di accesso al servizio saranno i Servizi sociali chiamati a fare da raccordo tra Asl ed istituti scolastici, onde evitare inutili dispersioni.

Questo al fine di compilare un progetto personalizzato per garantire la migliore assistenza a ciascun alunno disabile.

Articolo precedenteIniziate le cure chemioterapiche sperimentali per la piccola Isabella Ortiz
Articolo successivoAmericaNapoli – 100 anni di film vesuviani tra Cinecittà e Hollywood
Sono un giornalista e mi occupo di comunicazione pubblica in un Piano sociale di Zona. Amo leggere, sono appassionata del mare e nei miei consumi culturali ci sono il cinema, la musica e i beni artistici. Sono il presidente dell’Associazione Comunicazione&Territorio che pubblica Ulisse on line e organizza da undici edizioni la rassegna letteraria Premio Com&Te, che rappresenta, tra l'altro, un momento di confronto tra giovani studenti e scrittori del panorama letterario italiano. Ho collaborato per molti anni con testate giornalistiche a diffusione locale e regionale, quali Confronto, l’Opinione, il Giornale di Napoli, Il Mattino, il Corriere del Mezzogiorno, e curato uffici stampa ed attività di comunicazione pubblica ed istituzionale presso comuni, aziende pubbliche ed il Conservatorio statale Martucci di Salerno. Ho insegnato teoria e tecnica della comunicazione presso alcuni istituti superiori della provincia di Salerno. Seguo con grande attenzione le evoluzioni della comunicazione pubblica in Italia ed in particolare il gruppo dell’Associazione #PASocial. Credo che la Pubblica amministrazione debba stare là dove sta il cittadino e quindi anche utilizzare, con la dovuta accortezza, i canali social.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.