Cava, al via Matres il Festival Internazionale della Ceramica al Femminile

0
413
foto Angelo Tortorella

Matres, ovvero le divinità femminili dei Celtisimboli di abbondanza e fertilità, venerate soprattuttonella Gallia e nella zona del Reno. Ma le origini di questa divinità sono ancora più antiche, affondano nella notte dei tempi quando sulle sponde del Mediterraneo era in uso il culto della Dea Madre. Nella mitologia romana, la Mater Matuta era la dea della Mattina o dell’Aurora, la madre dell’inizio, della vita, ed in un senso più stretto della fecondità.

Alla dea protettrice delle donne si ispira “Matres, Festival Internazionale di Ceramica al Femminile”, la cui prima edizione si svolgerà da venerdì 7 a domenica 9 settembre nel Complesso Monumentale di San Giovanni, a Cava de’ Tirreni.

Saranno oltre centocinquanta le artiste che faranno tappa nella città metelliana per partecipare alla manifestazione, provenienti da ogni parte di Italia e del mondo (Corea del Sud, Argentina, Brasile, Bulgaria, Croazia, Germania, Iran, Portogallo, Slovenia, Spagna, Svezia e Turchia) per mostrare i lavori in ceramica, la madre di tutte le arti.

La cerimonia inaugurale è prevista per venerdì 7 settembre, alle ore 18,30 con un programma estremamente ricco di eventi che scandiranno la varie fasi della kermesse: mostre, eventi, laboratori, performance, attività a scopo benefico.

Un mondo, quello del Matres, fatto da donne con le donne protagoniste.

Il “Festival Internazionale di ceramica al femminile” rappresenterà per il Comune di Cava de’ Tirreni, insieme a quello di Vietri sul Mare un importante momento di valorizzazione di una tradizione artigianale fortemente radicata nella storia culturale della città, e di promozione del territorio. Sarà l’occasione per promuovere un confronto tra esperienze artistiche diverse, attraverso una produzione contemporanea di ceramiche di elevata qualità, espressione della sensibilità e della particolare creatività delle donne, quali valori aggiunti che le stesse possono dare al settore ceramico generale.

La serata inaugurale sarà introdotta dall’evento “The White Flowers”una raccolta fondi per le donne vittime di violenza, promosso nell’ambito di una campagna di sensibilizzazione fortemente voluta dai responsabili dell’Associazione Pandora, da anni impegnata a promuovere iniziative a sostegno delle donne e contro ogni forma di abuso. Centinaia di fiori bianchi in ceramica, provenienti da tutto il mondo, realizzati dalle artiste partecipanti e da altri artisti del territorio, saranno esposti in vendita. Il ricavato sarà destinato all’Associazione “Dream team – Donne in rete per la Ri-Vitalizzazione Urbana” di Scampia, una rete di associazioni, cooperative sociali, consorzi e società che operano per il sociale nei settori del volontariato, della cultura, dell’assistenza e dei servizi, della formazione, dello sviluppo territoriale e dei programmi di genere, in aree urbane particolarmente degradate, garantendo in particolare  sostegno e aiuto alle donne vittime di violenza.

Madrina del progetto, l’attrice Antonella Ponziani.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.