Ultimo giorno al Quirinale per il presidente Giorgio Napolitano

1
152

Il presidente della Repubblica firmerà oggi le sue dimissioni, ieri il commiato con il personale del Quirinale. “Il Paese sia unito e sereno. Viviamo in un mondo molto difficile”.

Ultimo giorno al Quirinale per Giorgio Napolitano. Il presidente della Repubblica firmerà infatti oggi le sue dimissioni. Ieri il capo dello Stato ha rivolto il suo discorso di commiato al personale e ai corazzieri e si è anche concesso, a sorpresa, un saluto ai cittadini che partecipavano in piazza alla festa della Polizia.

“Sono contento di tornare a casa, qui è molto bello ma si sta molto chiusi, si esce poco a passeggiare”, ha risposto Napolitano a un bambino che gli chiedeva se non gli dispiacesse lasciare il Palazzo. Le ultime parole da presidente della Repubblica però sono ancora una volta destinate a rasserenare l’opinione pubblica e a consigliare per il meglio la politica: “il Paese sia unito e sereno. Viviamo in un mondo molto difficile. Abbiamo visto nei giorni scorsi cosa è successo in un Paese vicino e amico come la Francia. Siamo molto incoraggiati dalla straordinaria manifestazione di Parigi però, insomma, dobbiamo essere molto consapevoli della necessità, pur nella libertà di discussione politica e di dialettica parlamentare, della necessità di un Paese che sappia ritrovare, di fronte alle questioni decisive e nei momenti più critici, la sua fondamentale unità”.

Nel saluto al personale della presidenza della Repubblica Napolitano ha ringraziato tutti per il lavoro svolto e ha ricordato che il Quirinale è “non solo la sede della massima istituzione della Repubblica ma anche il punto più alto dell’amministrazione del Paese”. Quindi nel pomeriggio ha firmato le ultime carte e preparato tutte le sue cose per l’imminente trasloco. Oggi stesso infatti il presidente, dopo aver formalizzato le dimissioni e ricevuto gli onori militari per l’ultima volta nel cortile d’onore, tornerà, insieme alla moglie Clio, nella sua casa nel quartiere Monti a Roma.

Da domani poi avrà a disposizione un ufficio a Palazzo Giustiniani, quello che spetta ai senatori a vita in quanto presidenti emeriti della Repubblica e tra i primi eventi parlamentari si ritroverà non solo ad eleggere il suo successore ma anche a votare per la riforma elettorale da lui tanto invocata. (fonte Confcommercio)

1 commento

  1. 14.01.2015 . By Nino Maiorino – Grazie Presidente: ti auguro una vita ancora lunga e piena di tante altre soddisfazioni.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.