Cava, poca gente ma riuscita la pacifica manifestazione delle opposizioni sull’Ospedale

0
377
foto di Aldo Fiorillo

Non c’era molta gente alla manifestazione indetta ieri sera in piazza Abbro dalle opposizioni a difesa dell’Ospedale e del diritto alla salute dei cavesi. Una manifestazione pacifica, comunque, che ha reso del tutto inutile la presenza delle numerose forze dell’ordine in tenuta antisommossa. Ciò detto, la manifestazione di protesta è riuscita mostrando un’opposizione unita nell’obiettivo di difendere il nosocomio cittadino.

Al centro degli attacchi delle minoranze consiliari è stato ovviamente il governatore De Luca, definito il monarca di turno, chiarendo che non saranno contro Servalli se si dissocerà da De Luca.

E proprio Servalli è stato invitato dalle opposizioni a prendere parte alla protesta ma, a quanto è stato riferito, il Sindaco ha declinato l’invito sembra per la preoccupazione di assembramenti.

Hanno preso la parola tutti i consiglieri comunali da Petrone  a Murolo, da Cirielli a Ferrara e tutti glia altri, quindi ad un delegato ospedaliero.

Ed è stato proiettato il video postato nei giorni scorsi sui social dal consigliere comunale di minoranza Pasquale Senatore in cui De Luca in un comizio elettorale nella città metelliana prometteva ai cavesi la sua attenzione per l’ospedale che meritava, a suo dire, rispetto e dignità dopo che era stato mortificato e depotenziato.

L’opposizione tutto sommato pur denunciando la precaria situazione del Civico Ospedale non si è posta muro contro muro con la maggioranza che governa la città, ma ha chiesto che il governo municipale e la stessa maggioranza compiano una scelta a favore della città separando le loro responsabilità da quelle di De Luca e dal suo delirio di onnipotenza.

La manifestazione si è conclusa dispiegando un lenzuolo con una croce rossa  che resterà aperto fino al ripristino di tutte le funzionalità ospedaliere. (foto Aldo Fiorillo)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.