Per la Banca d’Italia sarà possibile una crescita superiore alle previsioni

0
145

“Il Quantitative Easing della Bce avrà un effetto significativo sulla crescita”. “Il credito alle imprese è in miglioramento ma rimane il segno meno e resta alto il divario di condizioni praticate tra grandi imprese e piccole imprese”. 

Non solo uno strumento contro la deflazione e l’alto spread. Il Quantitative Easing della Bce avrà un effetto “significativo” sul Pil dell’Italia nei prossimi due anni rialzando le stime di crescita. Il vicedirettore generale di Banca d’Italia Fabio Panetta, che peraltro è supplente del governatore Visco alla Bce, si dice ottimista sulle potenzialità delle misure decise a Francoforte per il nostro paese, ancora alle prese con una fase di cauta ripresa.

Un’occasione imperdibile tanto che il ministro dell’economia Pier Carlo Padoan, da Bruxelles, annuncia misure del governo per far sì che le banche italiane possano sfruttare al massimo lo strumento, specie nel settore degli Abs, liberando così credito per l’economia reale.

Altro strumento per riattivare i finanziamenti degli istituti di credito potrebbe essere quella bad bank “di sistema” già auspicata da Visco al Forex di un anno fa e ribadita nei giorni scorsi dal governatore. Le sofferenze lorde sono oramai sopra i 180 miliardi e zavorranno il comparto che pure ha invertito, seppur timidamente, il trend del credito.

In gioco c’e’ una crescita limita che pone il nostro paese fra gli ultimi a livello internazionale. La stessa Via Nazionale pochi giorni fa aveva allineato, al ribasso, le stime di crescita su quelle degli altri previsori (+0,4 nel 2015 e +1,2% nel 2016) ammonendo su di una occupazione fragile e investimenti ancora al palo. Ora Panetta non quantifica l’impatto ma va ricordato che sabato scorso Confindustria aveva stimato un aumento del Pil dell’1,8% fra il 2015 e il 2016.  (fonte Confcommercio)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.