Dossier di Legambiente: le città campane risultano malate croniche di smog

0
157

Legambiente presenta il dossier sull’inquinamento atmosferico e acustico nei centri urbani. Città campane malate croniche di smog. Pesanti ricadute sullla salute dei cittadini e l’economia.

Anno 2015 da “codice rosso” per l’aria respirata nelle principali città campane con i cinque capoluoghi di provincia avvolte dallo smog. Non basta appellarsi all’assenza di vento e pioggia per intere settimane, l’aria diventa sempre più irrespirabile a causa delle elevate concentrazioni delle polveri sottili, dell’ozono e del biossido di azoto che causano, tra l’altro, danni alla salute dei cittadini e all’ambiente circostante.

A conferma di ciò arrivano i dati scientifici di Mal’Aria di città 2016, il dossier annuale di Legambientesull’inquinamento atmosferico in città.

L’emergenza smog che si è manifestata alla fine del 2015 non è stata sicuramente un’eccezione, a evidenziarlo c’è l’andamento dei superamenti di PM10 nel corso degli ultimi anni. Confrontando il periodo dal 2009 al 2015, emerge che nei sette anni le città  coinvolte siano prevalentemente sempre le stesse. Benevento e Napoli risultano tra le città che hanno superato il limite 7 anni su 7, Avellino ha superato il limite 6 anni su 7 mentre Caserta e Salerno hanno superato i limiti di PM10 3 anni su 7.

PM10 TI TENGO D’OCCHIO 2015 CAMPANIA

la classifica dei Comuni che hanno superato con almeno una centralina urbana la soglia limite di polveri sottili in un anno; il Dlgs 155/2010 prevede un numero massimo di 35 giorni/anno con concentrazioni superiori a 50 μg/m3.

Comuni 

(centralina peggiore)

Giorni di 

superamento

2015

1 S.Vitaliano (Scuola Marconi) 127
2 Pomigliano d’Arco (Area Asi) 92
3 Acerra(Scuola Caporale) 85
4 Casoria (Scuola Palizzi) 82
5 S.Felice a Cancello (C.Scolastico) 78
6 Napoli (Via Argine) 75
7 Sparanise(Caleria) 75
8 Benevento (Via Floria) 74
9 Nocera Inferiore (Sc.Solimene) 64
10 Caserta (Scuola De Amicis) 58
11 Avellino (Scuola V Circolo) 50
12 Maddaloni (Sc. Settembrini) 45
13 Salerno (Osp. Via Vernieri) 39
14 Solofra( Zona Industriale) 39
15 Cava dei Terreni (Stadio) 26
16 Pignataro Maggiore(Calenia) 4

Fonte: elaborazione Legambiente su dati Arpac Campania

PM10 TI TENGO D’OCCHIO 2016 CAMPANIA

Comuni 

(centralina peggiore)

Giorni di 

superamento

al 26 gennaio 2016

1 Sparanise(Caleria) 12
2 Napoli (Via Argine) 11
3 Benevento (Via Floria) 9
4 S.Vitaliano (Scuola Marconi) 9
5 Pomigliano d’Arco (Area Asi) 9
6 Casoria (Scuola Palizzi) 8
7 Avellino (Scuola V Circolo) 8
8 S.Felice a Cancello (C.Scolastico) 6
9 Acerra(Scuola Caporale) 6
10 Caserta (Ist. Manzoni) 5
11 Salerno (Osp. Via Vernieri) 4
12 Nocera Inferiore (Sc.Solimene) 4
13 Solofra( Zona Industriale) 4
14 Maddaloni (Sc. Settembrini) 4
15 Cava dei Tirreni(Stadio) 2
16 Pignataro Maggiore(Calenia) 0

(fonte e foto Legambiente Campania)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.